I viaggi di Salvo e Morena : Domodossola

Domodossola

Domodossola, fulcro di una terra di confine, crocevia di culture e di commerci; cuore dell’Ossola più autentica, al centro della valle.
Imprescindibile è la visita al suo splendido centro storico di impronta medievale, da girare a passo lento, perdendosi tra i suoi palazzi storici e le sue intime piazze porticate.
Ad affascinare il visitatore è il Borgo della Cultura, frutto di preziosi lavori di restauro: ancora oggi parzialmente circondato dalla cinta muraria, questa porzione di città è un vero e proprio tesoro di architettura e arte.
Molto suggestiva è ad esempio via Briona, su cui si affacciano le caratteristiche case con tetti in piode.
Nel vecchio quartiere La Motta, invece, spicca Piazza Fontana, al cui centro si possono ammirare la fontana ottagonale e l’obelisco.
Affascinante è la ricerca (impresa non facile, ma a chi piacciono le cose troppo facili? 🙂) dei resti delle antiche mura pentagonali, che già dai primi del 1300 cingevano il borgo di Domodossola.
Da non perdere, lo storico e millenario mercato del sabato, inaugurato nel 917 d.c dal re Berengario, anche se in realtà l’intera città è un vero e proprio centro commerciale a cielo aperto con i suoi negozi, bar e ristoranti in cui gustare la tradizionale cucina Ossolana o godersi un semplice aperitivo.
Per gli amanti del cioccolato come noi, consigliamo anche un salto alla vicina "Officina del Cioccolato", una piccola bottega artigianale in cui ammirare ed acquistare il "cibo degli Dei" in mille forme e gusti differenti.






























Nessun commento:

Posta un commento